YOGA

Lo Yoga è la forma di movimento più antica in assoluto, aiuta ogni tipo di persona a raggiungere qualunque obiettivo a livello fisico o più profondo e funziona nel 100% dei casi, da millenni.

 

A conferma delle straordinarie potenzialità di questa disciplina, completa da ogni punto di vista, ci sono le migliaia di persone che già praticano yoga e le migliaia che ogni anno si avvicinano a questa pratica, magari con diffidenza inizialmente.

 

Lo yoga affonda le proprie radici nei millenni e porta con se storie di monaci, saggi, religiosi e altre personalità completamente dedite alla disciplina e all’evoluzione personale, tanto da distaccarsi da una vita “normale” ma potete stare tranquilli nessuno vi richiederà di diventare santoni o levitare nella posizione del loto.

 

Queste e altre sono solo le distorsioni che immagina chi non ha mai veramente cercato di capire lo yoga.

 

Passiamo a quello che lo Yoga è nel ventunesimo secolo, nel contesto della nostra nostra vita da occidentali sempre alla ricerca di soluzioni Smart, sempre di fretta e sempre più orientati verso scelte logico-razionali.

 

La prima riflessione riguarda il nostro corpo: siamo composti di strutture complesse (articolazioni muscoli sistema nervoso cervello) che utilizziamo in piccola percentuale con i modesti movimenti ai quali siamo abituati, a volte in modo scomposto e inappropriato procurandoci danni invece che miglioramenti. 

Lo yoga ripristina e migliora le funzionalità del corpo nella sua complessità attraverso il movimento.

Più semplicemente: lo yoga ci insegna ad utilizzare meglio e di più il nostro corpo.

 

YOGA: EFFETTI SUL CORPO (MUSCOLI OSSA)

 

Lo Yoga è un modo per migliorare la forma fisica.

Attraverso la pratica delle Asana (posizioni statiche o dinamiche) la muscolatura superficiale e profonda riprende la tonicità e l’elasticità che una vita sedentaria e la comodità dei nostri giorni tendono a sottrarci.

L’aumento graduale e ponderato dell’attività muscolare comporta una sollecitazione nei confronti dell’apparato scheletrico, che risponde irrobustendo la struttura dove serve, quindi anche le vostre ossa risulteranno più robuste ed elastiche. 

La completezza della pratica yoga, però, non si limita ai risultati singoli che si ottengono analizzando una struttura per volta (muscolare e ossea), ma sommando le diverse caratteristiche migliorate, quindi rimanendo sul piano fisico avremo anche un migliore allineamento osseo che ci permetterà di consumare meno energie durante la pratica Yoga e le attività quotidiane, di essere più efficienti sul lavoro, nello sport e nel tempo libero.

 

 

YOGA: EFFETTI SUL CORPO (SISTEMA NERVOSO COORDINAZIONE)

 

Un effetto un po’ più profondo dello Yoga sull’organismo umano lo troviamo considerando il sistema nervoso, infatti, migliorare il corpo fisico e praticare le Asana stimola i neuroni a elaborare nuove sinapsi, percorsi che gli impulsi elettrici devono compiere per produrre un movimento del corpo, reclutando in modo sequenziale le fibre muscolari. La funzionalità risiede nella scelta di quali fibre contrarre, quante e con che intensità.

Migliore sarà questa selezione, maggiore sarà l’efficienza del corpo.

Le sinapsi si stabilizzano nel tempo, per questo la pratica Yoga dovrebbe essere quotidiana, rendendo sempre più precisi i movimenti si risparmiano molte energie.

 

 

YOGA: EFFETTI SUL CORPO (RESPIRO EMOZIONI)

 

LoYoga è un modo per conoscere se stessi, le tecniche di respirazione insegnano a spingere e mantenere l’attenzione all’interno del corpo, in aree specifiche, rivelando caratteristiche della personalità  che rimarrebbero nascoste a noi stessi senza la condizione introspettiva che solo una respirazione consapevole può creare.

Il modo che abbiamo adottato come abituale per respirare viene condizionato, e a sua volta condiziona, le emozioni e gli stati d’animo, nonché i pensieri negativi a cui siamo soggetti (rabbia, frustrazione, insoddisfazione, inadeguatezza).

Nello Yoga si impara a rendere neutra l’interazione tra respiro ed emozioni, promuovendo la consapevolezza dei meccanismi che governano questa relazione.

Una delle trappole principali che bisogna affrontare è la nostra tendenza a non considerare abbastanza, cercando di limitare il più possibile, le emozioni che consideriamo negative o brutte o spiacevoli, tentando invano di rimanere aggrappati e prolungare quelle che invece vogliamo considerare belle o positive o piacevoli.

Lo Yoga e la meditazione promuovono un approccio un po’ più neutro, cogliendo l’importanza di tutti gli aspetti e dei momenti dei nostri umori. 

In questo modo impariamo a non giudicare a prima vista noi stessi e gli altri godendo a pieno di ogni istante della nostra esistenza.

 

Questo meccanismo di osservazione interna avrà sul corpo e sul sistema nervoso numerosi effetti, stabilizzando i livelli di stress, aumentando le capacità decisionali, combattendo l’ansia, aumentando sicurezza e autostima ecc...

 

 

YOGA: EFFETTI SUL CORPO (ORGANI INTERNI)

 

Lo Yoga, le Asana e il respiro agiscono in maniera molto profonda sull’organismo, arrivando a stimolare gli organi interni.

Ogni organo svolge la propria funzione fisiologica, ma anche in questo contesto, le nostre abitudini alimentari, lavorative, sedentarie influiscono negativamente rendendo meno efficiente l’indispensabile lavoro di ogni organo. 

Con la pratica dello yoga, soprattutto le Asana in torsione o flessione del busto, procuriamo all’interno dell’addome una compressione che permette agli organi di massaggiarsi a vicenda, questo risolve o previene la maggior parte dei disturbi legati al malfunzionamento degli apparati digestivo, cardiaco, respiratorio, escretorio ecc..

Anche se stiamo valutando il corpo fisico sento il dovere di accennare che secondo la medicina tradizionale cinese, ogni organo svolge anche delle funzioni energetiche e la pratica dello Yoga nutre e sostiene queste caratteristiche.

 

 

YOGA: EFFETTI SUL CORPO (LA COLONNA VERTEBRALE)

 

Praticando Yoga la colonna è sottoposta a numerosi stimoli che rendono un effetto benefico sul rachide sollecitando ogni zona.

Per esempio flessioni e complete estensioni ammorbidiscono e alleggeriscono il carico sui dischi intervertebrali, flessioni laterali e torsioni aumentano la mobilità dei rapporti vertebrali e tutte le Asana in piedi aumentano allineamento, forza e stabilità di tutta la struttura.

Inoltre l’insieme di colonna vertebrale, bacino, torace (scheletro assile) guadagna in robustezza e sinergia permettendo un migliore scorrimento energetico dal basso verso l’alto e viceversa.

Chiariamo brevemente il concetto di scorrimento energetico che potrebbe essere un po' confuso.. se sollevo qualcosa da terra sto generando un'energia che dal basso va verso l'alto, contemporaneamente, il perso dell'oggetto che ho sollevato imprime una spinta verso il basso (energia).

Imparando a migliorare questo scorrimento, impariamo a muoverci meglio ogni volta che solleviamo qualcosa, cioè tutti i giorni molte volte al giorno per tutta la nostra vita.

In conclusione lo yoga migliora ogni aspetto della persona, per questo è adatto a tutti.

PHONE: 3392517370​                                                                  EMAIL:​ MICHELEINFINITY@GMAIL.COM
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon